Titolo post della guida alla scelta del servizio di self publishing: la realizzazione della copertina, con Linus su fondo bluBene, dopo aver parlato dei servizi editoriali, dimmi: cosa ti ha colpito, come prima cosa, del tuo primo grande amore?

Cosa ti ha attirato in principio verso di lui o lei? Insomma, qual è la prima cosa che guardi in un ragazzo o in una ragazza?

Non rispondere il carattere, la dolcezza, la simpatia o qualche altra scempiaggine perché ti avviso che qui nel mio piccolo regno virtuale le menzogne sono punibili con l’ascolto di una poesia Vogon!

Hai dato una risposta sincera? Bene! Che tu abbia pensato al sedere, agli occhi, alle mani o a chissà cos’altro, il punto è che la prima cosa che ha attirato il tuo sguardo, in quel magico momento, è stato l’involucro.

Striscia dei fumetti dei Peanuts con Sally Brown e Linus Van Pelt

Sally si è innamorata di Linus a prima vista. Sarà stata la… copertina a colpirla?

Ora, se questa regola vale quando si tratta di innamorarsi di una persona, perché non dovrebbe valere quando la scintilla deve scoccare con un libro?

Ecco perché la scelta e la realizzazione di una buona copertina è un passaggio fondamentale per

sfondare nel mondo dell’editoria, self-publishing o no.

Malgrado la realizzazione della copertina possa essere annoverata tra i servizi editoriali, ho deciso di dedicarle un approfondimento a parte: prima di tutto per la sua vitale importanza, e poi perché in questo caso anche i servizi di self-publishing italiani offrono quasi sempre un supporto alla realizzazione della copertina.

Vediamo quindi come possono aiutarti in questo passaggio i servizi di self-publishing: analizziamo quali sono le opzioni a tua disposizione e quanto è rilevante la presenza di un supporto alla realizzazione della copertina nella scelta del tuo servizio di self-publishing ideale.

Realizzazione della copertina: le opzioni

Partiamo dal presupposto che, anche se possiedi qualche competenza di grafica digitale e non, la realizzazione di una buona copertina per un libro di narrativa non è per niente una faccenda semplice.

La tua copertina, per provare ad essere efficace, non solo dovrà essere piacevole da vedere, ma dovrà anche:

  • Essere accattivante: ovvero incuriosire il lettore con qualche elemento particolare che richiami la sua attenzione, suggerendo che il libro, sotto la copertina, fa al caso suo.
  • Parlare del contenuto del libro: suggerirne le atmosfere, i temi, la trama, magari l’ambientazione. Dimmi una cosa: è stato facile rendere tutti questi elementi a parole in modo soddisfacente? Ecco, renderli in un immagine non è più semplice.
  • Essere originale: una buona copertina deve spiccare tra le altre centinaia che le stanno a fianco, quindi deve farsi notare, essere diversa, inconsueta.
  • Seguire i giusti stilemi: ovvero somigliare abbastanza alle copertine degli altri libri dello stesso genere.” Ma come”, mi dirai ora, “non mi hai appena detto che deve distinguersi?” Sì, amico mio, deve distinguersi, ma un libro horror è meglio che non abbia una copertina che lo faccia sembrare un romanzo rosa. Certo attirerebbe l’attenzione, ma probabilmente farebbe ridere, e comunque suggerirebbe al lettore che spulcia i libri horror “in questo libro non c’è niente che ti interessi”.
  • Adattarsi al formato: già, perché oltre a riportare un’immagine con tutte le precedenti caratteristiche, bisogna anche considerare che la copertina di un ebook deve avere caratteristiche diverse (dimensioni, grafica chiara e pulita, eventuale testo più grande e leggibile) dalla copertina pensata per un’edizione cartacea (che, tanto per dirne una, comprende anche frontespizio e quarta, che un ebook invece non ha)

Inizi a capire perché questa faccenda della copertina può essere dannatamente complicata?

Ok, ora non spaventarti, ecco quali sono le tue opzioni:

  1. 1) Avere un amico/parente grafico, possibilmente che abbia già lavorato in ambito editoriale. Questa è la situazione ideale ma, ahimè, temo che non possa adattarsi a tutti.
  2. 2) Cercare in rete un grafico o un’agenzia che si occupi abitualmente di copertine, possibilmente del tuo genere letterario. In questo caso, come per l’editor, ti consiglierei di cercare un freelance: potrà dedicare più tempo ad ascoltare le tue esigenze e ritoccare il lavoro finché non sarai completamente soddisfatto.
  3. 3) Rivolgerti ai servizi di self-publishing e usufruire del loro supporto per la realizzazione della tua copertina. Questa è un’opzione low cost
  4. 4) Realizzare la copertina da solo. Ti sconsiglio questa opzione ma, se proprio non hai soldi da investire o preferisci investirli sull’editing, con qualche accorgimento (e magari l’aiuto di Amazon) si può fare.

Se pensi di scegliere fra le opzioni 3 e 4, ora leggi con molta attenzione.

Servizi di self-publishing: supporto alla realizzazione della copertina

Come ti ho detto, la maggior parte dei servizi di self-publishing mettono a disposizione un supporto per la realizzazione della copertina, perché sanno benissimo che raramente uno scrittore è anche un bravo artista/grafico (e pochi hanno un amico da “sfruttare”).

Molti di questi servizi sono a pagamento, Narcissus e Youcanprint non fanno eccezione. Perché prendo in considerazione proprio loro? Prima di tutto perché sono fra i maggiori servizi di self-publishing italiani, e poi perché ritengo che in genere realizzino delle buone copertine e hanno dei prezzi più che ragionevoli (Narcissus lo offre a 40 euro, comprese tre proposte grafiche; Youcanprint va da 10 euro, per una proposta solo con fotografie, a 75 euro per una copertina illustrata).

Tuttavia, quelli che voglio prendere particolarmente in considerazione sono altri due servizi che offrono un supporto alla realizzazione della copertina completamente gratuito: Amazon KDP e Lulu.

In entrambi i casi si tratta di un software online messo a disposizione di chi vuole pubblicare durante la procedura di caricamento di dati e contenuti per la pubblicazione.

Questo significa che dovrai essere tu a realizzare la tua copertina attraverso una procedura guidata: non potrai quindi aspettarti risultati a livello di quelli di un vero grafico, ma per iniziare e se non hai soldi da investire può essere un ottimo punto di partenza.

Amazon KDP

Interfaccia di Kindle Cover Creator

L’interfaccia di Kindle Cover Creator è intuitiva e facile da usare anche per chi non ha nozioni di grafica. La sua semplicità va però a discapito dell’originalità delle copertine che è possibile creare

Il software messo a disposizione da Amzon KDP, Cover Creator, è davvero semplice e intuitivo da usare e permette all’utente di ottenere una copertina di tutto rispetto pur senza avere alcuna nozione di grafica. Certo, presenta anche alcune pecche, ma lo ritengo un ottimo modo di risolvere il problema della copertina con eleganza, senza incorrere in disastri grafici come quelli di Kindle Cover Disaster

Ecco i principali vantaggi del software:

  • Facilità di utilizzo: il software presenta una procedura guidata che ad ogni passo supporta l’utente nelle scelte da compiere. Le opzioni sono spesso illustrate per esteso o associate a pulsanti con icone intuitive e chiare.
  • Template: il software si basa su template per la realizzazione delle copertine. Questo fornisce delle linee guida, anche abbastanza stringenti, per la realizzazione di copertine che soddisfino dei criteri base di efficacia sul web: font chiari, scritte grandi, layout pulito per grandi campiture di colore…
  • Database di foto: un grosso problema delle copertina sono i copyright delle fotografie da utilizzare. Amazon ti mette a disposizione un discreto database di immagini di alta qualità da usare a tuo piacimento, completamente gratis.
  • Flessibilità: nei limiti dei layout messi a disposizione, Cover Creator offre diverse possibilità di personalizzazione come: scelta del font, dei colori, della posizione dell’immagine, ecc.
  • Demo: una volta soddisfatto del tuo lavoro puoi anche verificare come la tua copertina verrebbe visualizzata su vari ereader, in bianco e nero e a colori, e come comparirà sulla pagina di ricerca di Amazon.

Ed ecco il retro della medaglia che uccide la personalità della copertina:

  • Template: il fatto che Cover Creator agisca sulla base di layout predefiniti uccide l’originalità. La copertina che otterrai sarà più che dignitosa, ma simile ad altre decine di copertine su Amazon.
  • Rigidità: nel layout ci sono alcune cose che puoi cambiare, ma ce ne sono molte altre che sono rigide e non possono essere modificate. Ad esempio, i rapporti tra la dimensione dell’immagine che hai scelto e i colori che la circondano. Anche questo è molto limitativo per quanto riguarda l’originalità e la personalità della tua copertina.
  • Database di foto: avere un database di foto gratis in alta qualità è comodo, ma il database di Amazon è limitato. Indovina cosa accadrà? Aumenterà moltissimo la probabilità di scegliere la stessa foto di tanti altri autori, rendendo anonima la tua copertina.

Insomma, Cover Creator è un bello strumento ma, secondo me, deve essere l’ultima spiaggia per evitare disastri, proprio se non puoi realizzare la tua copertina in un altro modo.

Lulu

L'interfaccia del software per la realizzazione delle copertina messo a disposizione da Lulu.com

Il software per la realizzazione di copertine messo a disposizione da Lulu si presenta in modo molto simile a Kindle Cover Creator, eppure non funziona altrettanto bene. Vi farò sapere appena scopro se è un problema legato al mio computer o se magari si tratta di un loro bug.

Anche Lulu mette a disposizione un software online molto simile a quello di Amazon KDP: le funzioni sembrano molto simili e l’unica differenza sembrerebbe l’assenza di un database di foto.

Perché uso il condizionale? Perché non sono riuscita a utilizzarlo: per quanto abbia provato a modificare la copertina standard secondo il mio gusto, il software si è rifiutato di salvare le mie modifiche riportandomi sempre al punto di partenza. Al momento non ti so dire se è colpa del mio computer o se è un loro bug. Ti aggiornerò prima possibile sulla questione o se tu hai delle informazioni, fammelo sapere!

Conclusioni: il supporto alla realizzazione della copertina è un criterio rilevante?

Dipende.

Dipende da te ovviamente: da quanto denaro hai a disposizione da investire nel progetto del tuo libro, da quanto sei fortunato nelle tue amicizie “grafiche” o da quanto sei personalmente abile con la grafica.

Personalmente, credo che i servizi offerti da Youcanprint e Narcissus siano molto buoni e a un ottimo prezzo (specialmente per la “copertina grafica” di Youcanprint) e che il software di Amazon KDP possa comunque essere un buon ripiego, in particolare se il libro che pensi di pubblicare non è un romanzo ma un saggio, o comunque un testo di non-fiction.

Se non vuoi spendere troppo o non hai voglia e tempo di metterti a cercare attentamente un grafico o un’agenzia, credo che il supporto alla realizzazione della copertina sia un criterio molto importante quando scegli il servizio di self-publishing. Ricordati di spulciare il catalogo del servizio quando lo prendi in considerazione per la scelta.

Per finire, lascia che ti dia solo qualche piccolo consiglio bonus se per caso hai qualche conoscenza di grafica e pensi di provare a realizzare da te la tua copertina:

  • fai un giro fra le prime posizioni dei bestseller Amazon del tuo genere letterario e cerca di individuare gli stilemi più comuni delle copertine di successo. Imitarli innovando è un’ottima idea;
  • fai un giro su Pinterest e usa come parole chiave “cover” e il tuo genere letterario, o “cover design” o cose simili. Troverai un sacco di spunti e fonti di ispirazione;
  • dai un’occhiata a Canva: è un tool di grafica online che io utilizzo spesso (per le “copertine” dei post per esempio) e ha anche una sezione dedicata alle copertine dei libri. Troverai layout e ispirazione;
  • “testa” vari design per la tua copertina su Rate Book Cover. Il sito è anglofono, ma le immagini non necessitano di traduzione e i consigli dei lettori possono aiutarti a scegliere una copertina efficace!

Anche questo step è concluso. Allora, come realizzerai la tua copertina? O come l’hai realizzata in passato? Raccontami la tua storia e alla prossima puntata!

 

 

1. I servizi editoriali        <       Indice       >        3. Il formato di pubblicazione